Giovanni Allevi: Ogni mia cellula, ogni parte più sottile della mia anima tormentata, attendono di ascoltare il momento in cui la Fuga cade nel buio angoscioso della dodecafonia. Ma da quella disperazione emerge una luce, che finalmente esplode potente e vigorosa. Non c’è vera gioia se non si passa attraverso la sofferenza. Questa è la mia preghiera a Te, Signore, questo è il significato spirituale che è celato nelle note della mia Toccata, Canzone e Fuga in Re maggiore, per Organo a Canne. Voglio, con tutto il cuore, condividere con voi un momento per me tanto intenso e sentito. Ci vediamo domani alla Basilica di S.Ignazio. Vostro Giovanni

Foto di giovanniallevi su Instagram
November 03, 2015 at 04:07PM
Gossip: foto allevi sbagliata

Giovanni Allevi: Di calcio non ci ho mai capito niente. Da ragazzino ricordo le gioiose partite nel cortile. Gli amici venivano a chiamarmi al citofono, ma dopo il mio ennesimo “devo studiare il pianoforte” preferirono desistere. Quante volte, suonando Bach, ho ascoltato gli schiamazzi festosi provenienti dalla partita sotto casa! Ecco, il calcio è un momento di spensieratezza che forse non ho mai vissuto. Allora non lo sapevo ma il destino stava preparando per me un altro modo per partecipare a quella partita. Ora nella mia mente, in maniera assurda ed inaspettata, mi avvicino al suo mondo, senza abbandonare il mio: “O generosa!” risuonerà per la prima volta in uno stadio vero. Io sarò lì con le mie note, vicino alle emozioni dei tifosi e al talento dei giocatori. Finalmente dopo tanti anni quei due mondi per me distanti si fondono e qualcosa dentro di me torna in armonia. Sono felice! :-) – Giovanni #ogenerosa #SerieA

Foto di giovanniallevi su Instagram
August 08, 2015 at 12:01PM